Giornate di studio e seminari

GRUPPO DI STUDIO  “Il dialogo fra teoria e prassi nella pratica clinica della terapia psicoanalitica”

Con cadenza settimanale, prosegue il gruppo di studio iniziato due anni fa nell’ambito dell’ASP (Associazioni di Studi Psicoanalitici) e successivamente allargato a soci clinici dell’Associazione “Centro Studi Inconscio & Civiltà”.
Il gruppo di studio, organizzato in forma seminariale, comprende psicoterapeuti e psicoanalisti di varie esperienze formative e di diversa anzianità di pratica. Si pone lo scopo di studiare e verificare il raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • Formalizzare una modalità di studio teorico e di pratica clinica secondo i criteri di un modello di “formazione permanente”, per cui “chi più sa insegna a chi meno sa” (non secondo criteri di anzianità ma per singole competenze, per cui un giovane può sapere più dell’anziano in taluni aspetti dell’attuale complessità ed eterogeneità del sapere nel campo delle psicoterapie; e neanche per appartenenza di scuola, essendo soltanto “inconscio e transfert” gli unici elementi di riferimento richiesti per una comune condivisione .
  • Mantenere un dialogo aperto tra teoria e pratica per verificare se è vero che i terapeuti fanno quello che dicono di fare e la riconoscibilità dei modelli teorici e teorico-tecnici messi in campo da ciascun terapeuta nella presentazione dell’esperienza clinica al gruppo di lavoro e di studio.
  • Formalizzare uno studio accurato dei modelli e concetti espressi secondo i criteri della cosiddetta “ricerca concettuale”.
  • Verificare con un approccio “quasi-empirico” l’andamento e l’esito del processo terapeutico.

Recentemente il gruppo si è impegnato nell’approfondimento dei concetti di “inconscio” e “transfert” da vari punti di vista attraverso lo studio e la discussione di autori e testi fondamentali (ad es., Matte-Blanco e la sua bi-logica).

Gli incontri si svolgono il giovedì alle ore 21, con una cadenza settimanale, in via Cardano n. 8.
Il gruppo è aperto a clinici interessati previa presentazione dei soci partecipanti.
La partecipazione è gratuita, si richiede soltanto l’impegno allo studio da condividere tra tutti.

Giovedì 5 novembre 2015 abbiamo discusso un piano di studio teorico e relative esemplificazioni cliniche su cui impegnarci tutti per quasi 2 anni fondamentalmente centrati su /transfert/controtransfert confrontando vari punti di vista. Tutti i partecipanti sono pregati di arrivare al seminario avendo letto i materiali previsti per la serata, cosi distribuiti:
giovedì 10/12/2015: Capitoli su transfert/controtransfert tratti dai manuali di Etchegoyen ( da p. 99 a p. 349)  e Thoma & Kaechele (vol. I° da p. 83 a p.140, vol ° da p. 47 a p.164).
a seguire ogni ultimo giovedì del mese:

  • Transfert/controtransfert  in Freud, Betty Joseph, Winnicott
  • Transfert in Safousan/Lacan( intervento sul transfert in Scritti) e concetto di “rappresentazione” in G. Colli
  • I transfert (monografia a cura di A. Ferruta)
  • Dialogo sulla natura del transfert
  • Ogden: Arte della psicoanalisi
  • Ogden: Riscoprire la psicoanalisi
  • Ferro: Evitare le emozioni/vivere le emozioni
  • Langs: Interazioni
  • Akhtar: L’ascolto psicoanalitico
  • Gabbard: Amore e odio in psicoanalisi
  • Lacan: Seminari sul transfert
  • Matte Blanco: L’emozione come esperienza infinita e
  • La bilogica tra mito e letteratura-saggi sul pensiero di Matte Blanco (a
  • cura di pietro Bria) Franco Angeli
  • Levinas: TRA NOI Saggi sul pensare all’altro.
A seguire le date degli incontri pubblici con i soci non clinici su letteratura, cinema e siti in genere in rapporto alla psicoanalisi.

 

SEMINARI

L’uomo Mosè e la religione monoteistica (1934-38) è l’ultimo grande lavoro teorico della ricerca di Freud. A quel saggio fanno seguito tre articoli di particolare importanza, Analisi terminabile e interminabile, Costruzioni nell’analisi e La scissione dell’Io nel processo di difesa.
Lo studio dell’Uomo Mosè è raramente rientrato nei programmi di formazione degli psicanalisti, pur essendo il testo che contiene i più significativi e impegnativi sviluppi della teoria freudiana, indispensabile per una cognizione esatta della clinica psicanalitica.
Il corso si propone di approfondire una riflessione sui testi freudiani relativi al Mosè, fino a incontrare il senso che tale riflessione può portare all’esperienza psicanalitica, sia teorica che clinica.
Si articola in forma seminariale da ottobre a giugno con una seduta ogni tre settimane per gruppi di non più di cinque persone a incontro, e si svolgerà di ogni anno. Durerà fino a quando ciascun allievo avrà trovato la via di una propria elaborazione della materia psicanalitica.

L’interpretazione dei sogni (1900) è il libro di Freud che inaugura la psicanalisi, la sua tec-nica e la sua cultura. È un libro di particolare difficoltà in quanto si presta a fraintendimenti e con-cezioni fuorvianti dell’esperienza psicanalitica. In particolare il suo studio è in grado di chiarire qua-li sono le strutture del linguaggio e il suo funzionamento. Inoltre si presta in modo esemplare a in-dagare la figura dello psicanalista e la sua funzione nell’esperienza di analisi. Come il corso sul Mo-sè, anche in questo caso la riflessione segue i due binari della teoria e della clinica, si svolgerà nel lavoro seminariale del gruppo di cinque persone con una seduta ogni tre settimane.

I Transfert
Freud articola la definizione della psicanalisi come differente da ogni altro tipo di pratica psicoterapeutica, grazie alla scoperta del transfert: esso è la condizione fondamentale sulla quale si articola il percorso psicanalitico.
Il transfert è stato variamente inteso e interpretato nel corso dello sviluppo del pensiero di Freud, ma anche nelle differenti letture che i più importanti psicanalisti del ‘900 hanno proposto.
In questo seminario si proporrà uno studio delle modalità di transfert che si possono riconoscere nel compimento di un percorso psicoanalitico.
Preliminare è la lettura dei testi freudiani nel corso della formazione personale (in questo caso, in particolare, “Il caso di Dora”): Successivamente si propone la lettura critica di alcuni testi, a partire da:
J.Lacan: Il Seminario, libro VIII “Il Transfert” (1960-1961)
M.Klein: “Invidia e gratitudine”(1957)
A.Freud: “L’Io e i meccanismi di difesa” (1961)
D.Winnicott: “Esplorazioni psicoanalitiche”(1989); “Gioco e realtà”(1971)
W.R.Bion: “Seminari italiani”(1977)
Il seminario avrà cadenza di un incontro ogni tre settimane, sarà costituito da un gruppo di cinque persone e proseguirà per tutto l’anno, proseguendo per tutto il tempo necessario al compimento del lavoro di ricerca di ciascuno.

Per informazioni:
info@inconscioecivilta.it