Ritrovare la follia


 Ritrovare la follia.

Giovanni Sias

“Pieni di presunte conoscenze, perché hanno da te acquisito molte informazioni senza mai coglierle nella loro verità, si crederanno pronti a giudicare su ogni cosa e saranno insopportabili a frequentarsi, perché invece di essere sapienti, come si credono, saranno solo una accozzaglia di frasi”.
Platone, Fedro (275a)

“Ognuno vuole la medesima cosa, ognuno è uguale; chi sente altrimenti va dritto al manicomio [...]
Dove finisce la solitudine comincia il mercato; e dove comincia il mercato comincia anche il chiasso dei grandi attori drammatici e il ronzio delle mosche velenose”.
Nietzsche, Così parlò Zarathustra

Intendere il «metodo del colloquio un vero e proprio atto medico», come sentenziato recentemente in Italia dalla suprema corte di cassazione, è un vero e proprio atto incomprensibile.
Un «mostro culturale», appunto, cresciuto nell’ignoranza e da un’informazione falsa, da un’ideologia anti psicanalitica (ma che appartiene anche a una certa concezione psicanalitica) costruita ad uso del mercato della salute che ha fuorviato la comprensione sociale di una pratica intellettuale così unica nella cultura dell’Occidente.

Questo è solo l’incipit, scarica l’articolo completo Sias Ritrovare la Follia:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

     

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>